“Dimmi, cos’è il diabete?” ovvero il diabete spiegato ai bambini

Data
Condividi

Perché ti stai facendo un’iniezione?

“Cos’hai sul braccio?

“Perché il tuo dito sanguina?

Le persone con diabete che non hanno mai sentito queste domande, alzino la mano! Mentre gli adulti osservano incuriositi, i bambini chiedono spontaneamente e senza vergogna il come e il perché. La sfida è sapere come rispondere in un linguaggio adatto.

Per spiegare il diabete di tipo 1 ai bambini senza DT1, è necessario trovare un po’ di tempo per illustrare come funziona questa malattia cronica e com’è la quotidianità di una persona che ci convive.

Escludendo le parole difficili, ecco alcuni consigli per adeguarsi alla mente dei bambini e rispondere alle loro domande in modo pedagogico.

Dimmi, cos’è il diabete di tipo 1?

Il diabete è quando una parte dello stomaco (chiamata pancreas) non funziona correttamente. Quando mangiamo, abbiamo più zucchero nel sangue. Per evitare che ce ne sia troppo, il pancreas invia insulina per catturare lo zucchero in eccesso nel sangue. Le persone con diabete hanno un pancreas un po’ “stanco” che non invia insulina da solo. Bisogna quindi trovare un altro modo per apportare insulina.

“Dimmi, conosci la storia del camion dell’insulina che trasporta lo zucchero?”

Cos’è l’insulina?

L’insulina funziona come un camion che trasporta lo zucchero nel corpo. Il camion lascia il garage, il pancreas, con un carico di zucchero. Circola nel sangue e distribuisce lo zucchero ai diversi organi (cervello, muscoli…) per dare loro energia e permetterne il funzionamento. Questo è quando tutto funziona normalmente.

Perché a volte non funziona?

Purtroppo, nelle persone con il diabete non sempre funziona normalmente.

Se il camion dell’insulina circola quando non c’è abbastanza zucchero da rifornire, i muscoli si sentiranno deboli. Questo si chiama ipoglicemia. In questo caso, bisogna mangiare zucchero.

Inversamente, se c’è troppo zucchero da trasportare, il camion traboccherà e i muscoli non saranno in grado di assorbire tutto ciò che viene loro dato. Questo si chiama iperglicemia. La persona con diabete dovrà quindi aggiungere più insulina al suo corpo per catturare lo zucchero in eccesso.

Perché il tuo dito sanguina?

Prima di chiamare il camion (di insulina) per portare lo zucchero, è necessario sapere quanto ne dovrà trasportare. Per farlo, ci si punge il polpastrello e, con ciò che chiamiamo striscia e con un misuratore di glicemia, si sa immediatamente quanto zucchero caricare sul camion.

Cos’hai sul braccio? E sulla pancia?

A volte le persone che convivono con il diabete di tipo 1 indossano piccoli dispositivi sulla loro pelle (sul braccio, sullo stomaco…). Può trattarsi di:

  • Un sensore glicemico che misura, in ogni momento, quanto zucchero c’è nel sangue. In questo modo le persone che convivono con il diabete sanno se hanno bisogno di chiamare il camion che porta l’insulina.
  • Una pompa per l’insulina che eroga la quantità necessaria al camion per trasportare e distribuire correttamente lo zucchero.

Perché ti fai una puntura prima di mangiare?

C’è spesso zucchero in quello che mangiamo. Con l’iniezione, l’insulina viene portata nel corpo per trasportare lo zucchero. È come far uscire il camion dal garage per metterlo al lavoro.

E io, posso contrarre il diabete di tipo 1?

Il diabete non è contagioso. Solo perché sei vicino a qualcuno con il diabete non significa che lo avrai anche tu. Devi sapere che ci sono principalmente due tipi di diabete:

  • Il primo è chiamato diabete di tipo 1. È quando il pancreas nella pancia smette di funzionare. E succede all’improvviso.
  • Il secondo, il diabete di tipo 2, è quando il pancreas si stanca lentamente. Si può però fare in modo che non si stanchi troppo in fretta seguendo una dieta equilibrata e facendo esercizio fisico.

Usare parole semplici è uno dei modi migliori per spiegare il diabete ai bambini senza DT1. Se hanno altre domande, è importante rimanere nella logica pedagogica e dell’apprendimento. Questo scambio sarà una crescita per tutti.

Ora tocca a te!