Diabete di tipo 1: come influisce sulla sessualità delle donne?

Data
Condividi

Convivi con il diabete di tipo 1 e senti che sta influenzando la tua vita sessuale? Non sei la sola. Sebbene il diabete possa causare disturbi alla flora intima o alla libido, qualcuna è riuscita a liberarsene o semplicemente ad accettarli. Alcune donne hanno accettato di raccontare come il diabete di tipo 1 influenza la loro sessualità e la loro vita intima, e le soluzioni che hanno trovato. Niente panico, puoi avere una sessualità soddisfacente anche se convivi con il diabete di tipo 1! 

 Diabete di tipo 1: i disturbi intimi più comuni

Non è raro che il diabete di tipo 1 non adeguatamente controllato abbia conseguenze di natura intima per le donne: micosi ricorrenti, secchezza vaginale, cistite e altri disturbi simili possono essere all’ordine del giorno per alcune.

In questo caso, è vivamente consigliato rivolgersi a un medico. Il controllo medico è fondamentale. Un ginecologo e/o un’ostetrica possono aiutarti a diagnosticare il problema e lavorare con te per trovare delle soluzioni. Benché questi disturbi intimi siano comuni nelle donne con diabete di tipo 1, non sempre quest’ultimo è l’unico colpevole, quindi fai attenzione! 

Nel quotidiano, questi disturbi intimi possono indurre alcune donne con DT1 a colpevolizzarsi e avere addirittura un impatto negativo sulla loro vita di coppia. Questo senso di colpa può portare a un calo della libido e segnare l’inizio di un circolo vizioso. 

Cosa bisogna fare se ci si trova in questa situazione? La comunicazione è spesso la chiave per risolvere situazioni complesse e/o imbarazzanti. Riuscire a parlare serenamente e in totale libertà con il/la tuo/a partner dell’impatto del diabete di tipo 1 sulla tua sessualità e intimità è fondamentale. Le donne che hanno accettato di testimoniare qui si sentono sostenute e ascoltate dal/dalla loro partner e non c’è motivo per cui tu non debba fare lo stesso!

Se diventa un peso eccessivo e causa altri problemi, non vergognarti e non esitare a rivolgerti a un medico per assistenza. 

Stanca di reiterate infezioni del tratto urinario e/o micosi a causa di un’HbA1c troppo alta? Visto che a volte riusciamo a volgere le cose a nostro vantaggio, alcune donne hanno usato questo atteggiamento come fonte di motivazione per riequilibrare il loro DT1. E indovina un po’? Ha funzionato! Non male, vero? ?

Glicemia, dispositivi per la gestione del diabete… A volte ci si mettono anche loro! 

Quale donna affetta da DT1 non ha mai interrotto un incontro amoroso a causa della signora Ipoglicemia? Per molte, questi momenti diventano aneddoti che fanno sorridere la coppia! Per reagire il più rapidamente possibile ed evitare di rovinare il momento, alcune lasciano sempre sul comodino qualche zolletta di zucchero o un succo di frutta (l’importante è trovarsi nella stanza)!

Al contrario, alcune possono manifestare un’iperglicemia inaspettata che spegne la passione del momento o le rende irritabili. Una piccola dose di insulina, qualche minuto di riposo e sarai pronta a ripartire!

Parliamo ora dei dispositivi per la gestione del diabete. Molte di voi hanno avuto qualche piccolo incidente con misuratori della glicemia o pompe per insulina. Se questi dispositivi ti disturbano o ti creano difficoltà nei momenti più intimi, parlane tranquillamente con il tuo partner e andrà tutto bene. 

Sono la moglie di un uomo con DT1. Cosa significa per me l’impatto del diabete sulla sessualità? 

Una sessualità disturbata non riguarda solo la persona che convive con il DT1, ma anche il/a suo/a partner. Una delle donne con cui abbiamo parlato è la moglie di un uomo con DT1. Ci ha spiegato che anche lei ha dovuto imparare ad adattarsi ai problemi intimi che potrebbero sorgere. Capire che il tuo partner si blocca durante l’atto a causa di un’ipoglicemia, pazientare e/o adattarsi quando si verificano certe disfunzioni erettili… è anche compito di una donna.

Con la pazienza e l’ascolto, queste situazioni possono anche diventare divertenti!

Essere una donna con il diabete di tipo 1 e avere una sessualità soddisfacente è possibile! Il segreto? Una comunicazione fluida con il/la tuo/a partner e, se necessario, una consulenza medica e/o paramedica. Potrai quindi vivere le tue relazioni sessuali in tutta tranquillità!

Un ringraziamento a Delphine, Illana, Séverine, Jessica, Christine, Audrey, Anaïs, Véronique, Cheryl, Ella e Mirela per le loro testimonianze.

Maggiori informazioni sull’argomento

Le nostre raccomandazioni